Ba Ka Khosa Ualalapi

Ualalapi

Nella saga di Ngungunhane, ultimo imperatore del regno di Gaza, l’autore fa rivivere un ampio frammento della storia mozambicana del XIX secolo attraverso la molteplicità delle voci (mozambicane e portoghesi) e delle figure di volta in volta protagoniste: i potenti e gli umili, i narratori dei villaggi e le donne del popolo, i guerrieri fedeli e le eroine ribelli. Il nome stesso che dà il titolo al libro – Ualalapi – è quello di un guerriero che per obbedienza apre la via al potere del suo capo, uccidendone il fratello: un personaggio minore a cui il caso ha dato un ruolo che lo sovrasta.
La coerenza della narrazione non mira a definire una “verità” storica ma a coinvolgere i lettori in una interpretazione della memoria collettiva, alimentata da frammenti tramandati da tante voci, ognuna segnata dalle proprie esperienze e tradizioni. Una suggestiva proposta di “racconto filosofico”, in cui lo scrittore, quasi erede dell’antico cantore-narratore, interpreta gli eventi prestando la propria voce alla sua gente. Attraversando questo accidentato e insieme armonico territorio di luoghi ed eventi, si è turbati da quella consapevolezza della relatività e complessità della Storia che solo la grande letteratura sa suggerire.

Paese: Mozambico
Lingua originale: portoghese
Traduttore: Vincenzo Barca
Pagine: 128
EAN: 978-88-88040-67-6
Prezzo: € 11,00