Collana: Grandi manuali
Formato: 15 x 23,5 cm.
Pagine: 216
Prima edizione: 2014
ISBN: 88-6086-110-8
Prezzo: € 15,00

La notte dello sbarco sulla Luna mi trovavo con mio padre in Marocco e sono stato uno dei pochi a non poter assistere alla diretta televisiva dello sbarco, l’avvenimento scientifico ed esplorativo più importante del ventesimo secolo.

Ciò nonostante questo evento ha profondamente segnato la mia vita intellettuale e professionale, dandomi una spinta inesauribile di divulgatore scientifico che ha portato dalla collaborazione con giornali e riviste, alla realizzazione di mostre iconografiche in vari Musei Italiani, al contributo per la nascita del Gruppo Astrofili De Rheita di Ravenna per proseguire con la pubblicazione per conto i AIEP della prima storia della esplorazione dello spazio conosciuta con il titolo generale di Uomini per la Luna. Avventura che continua quest’anno con un libro tutto dedicato alla Luna che uscirà a ottobre il cui nome è già di Vs conoscenza: Sorella Luna.
Quarantacinque anni sono passati da quella notte ed io sono ancora qui a raccontarvi di quell’avvenimento, delle sue contraddizioni, misteri ed epicità.

L’attrice Laura Lattuada ha tenuto a battesimo la nuova fatica editoriale di Stefano Cavina.
La Luna degli scienziati e degli astronauti e’ diventata, per una sera, la Luna dei poeti, degli innamorati, degli antichi miti e delle leggende popolari. Cominciando da alcune delle odi più antiche, risalenti al IV secolo a.C. Laura Lattuada ha interpretato gli inni, le elegie, i versi scritti lungo i secoli da autori come Saffo, Leopardi, Garcia Lorca, Alda Merini, Charles Baudelaire, Emily Dickinson, Percy Shelley, fino alla “Rapsodia di una notte di vento” di Thomas Stearn Elliot. Per rendere omaggio all’amico Cavina, ha letto con raro pathos un brano della prosa che racconta le emozioni, lo stupore, il turbamento del primo astronauta alla vigilia dello sbarco sulla Luna.