“La vita nelle case delle nostre campagne”

Le architetture, molte delle quali purtroppo scomparse, e la vita delle famiglie contadine, quella del tutto scomparsa, sono le protagoniste del lavoro dell’artista poliedrico Frisoni, fotografo, pittore, scrittore, poeta. La Rocca, riprogettata dopo il 1464 dall’architetto militare Francesco di Giorgio Martini per i duchi del Montefeltro, aprirà i suoi sotterranei e la magnifica grotta a volta.

 

 

Giancarlo Frisoni, poeta, narratore, pittore e fotografo, autodidatta e profondo conoscitore del mondo contadino, presenta un lavoro di ricerca durato 30 anni intitolato “Le case del cuore”, un libro bellissimo che ci racconta il fascino straordinario di manufatti che mani esperte hanno realizzato durante i secoli, costruendo case perfettamente integrate con l’ambiente.

“Solo pochi grandi architetti riescono a conservare una dimensione ‘naturale’ capace di manifestarsi nel rapporto aureo fra edilizia e ambiente; pochi grandi architetti e un’innumerevole serie di anonimi fabbricatori di case coloniche, purtroppo sempre più rare, che si stagliano nei paesaggi rispettandone le forme, l’armonia, i colori”.

Questo Mondo prende vita nell’opera di Frisoni che viene presentata dallo stesso autore, Sabato 17 luglio alle ore 21,15  a Monte Cerignone (Rocca Feretrana), attraverso la proiezione di immagini inedite del suo importante archivio fotografico sulla vita nella campagna della Val Marecchia e della Val Conca.

 

 

 

Giancarlo Frisoni ha già pubblicato per Aiep Editore “La bambola del tempo perduto”, un grande romanzo ambientato nelle campagne della bassa Romagna che traccia col dolore e il timore le linee essenziali di un ambiente ormai definitivamente perduto. Come pittore, usa materiali naturali che diventano tele informali, da cui traspare la forza di una natura amica/nemica, come dea da rispettare. I suoi quadri sono stati esposti alla Biennale d’Arte di Venezia e in importanti gallerie d’arte italiane e straniere.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento