Esce “Parlami in silenzio Modì” il romanzo di Giovanna Strano in cui Amedeo Modigliani racconta se stesso.

Il presidente della Fondazione Amedeo Modigliani ha scritto:

Attraverso la pittura Modigliani esplora la verità profonda di chi gli sta di fronte, al fine di svelarne la personalità, l’anima e i pensieri reconditi attraverso una ricerca artistica alla quale ha dedicato la sua, pur breve, vita.

Nel romanzo emergono nitidamente le protagoniste della sua Arte, con passioni, emozioni, vissuti che le riportano alla materialità dell’esistenza, facendoci comprendere profondamente il significato e la natura dei ritratti di Modì.

Nessuno prima d’ora ci ha parlato delle modelle in modo così realistico e concreto da farcele apparire innanzi in carne e ossa.

Con il romanzo di Giovanna Strano conosciamo, pertanto, Maud Abrantès, la donna americana dell’alta borghesia, la scrittrice russa Anna Achmatova, la giornalista inglese Beatrice Hastings, la dolce Jeanne Hébuterne. Lunia Czechowska è l’immagine dell’amore etereo, profondo, che coinvolge l’anima più che la materialità del corpo, e che ci parlerà di Dedo anche dopo la sua morte.

Da contorno alla narrazione vi è lo spaccato storico della Parigi di inizio secolo, nella quale le avanguardie artistiche si intersecano a spinte sociali e politiche di rinnovamento e cambiamento profondi.

Ritratto di Hanka Sborowska

 

Vai alla scheda del libro