Il dramma e le speranze della giovane Jugoslavia nel libro di Vesna Stanic

“L’Isola di pietra” il romanzo di Vesna Stanic, raccontando la storia di una famiglia e il dramma del padre, detenuto sull’isola Calva (l’isola di pietra), consente di capire quali sono stati i sentimenti che hanno caratterizzato la nascita della Jugoslavia sotto la dittatura di Josif Broz Tito. Ma il libro rappresenta molto di più, superando i confini del racconto e immergendosi nella dimensione dei valori. Qui di seguito il commento di un’attenta lettrice:

“La scrittura è viva, mai banale, il racconto è ben costruito. Eppure no, non si può leggere tutto d’un fiato. C’è un tale grumo di tristezza, di malinconia, ci sono valori in cui credere e per cui con ostinazione sperare, anche quando ne sperimenti attorno a te il tradimento, che richiedono tempi lenti per lasciarsene investire.”

L’autrice, Vesna Stanić

 

Nata a Zagabria dove ha studiato presso l’Accademia di arte scenica e di Belle Arti, nella città natale ha lavorato come giornalista per alcuni settimanali e ha collaborato con la Radiotelevisione locale. Alla fine degli anni settanta si è trasferita a Roma dove ha insegnato croato, serbo e italiano per stranieri alla Berlitz school of Languages e alla Panvista Multimethod school.

Racconti pubblicati su El Ghibli on line, Crocevia (Besa editrice), Almanacco del Ramo d’oro, Racconti triestini Arbor librorum edizioni 2011. Poesie su Cittadini della poesia (Loggia de’ Lanzi) Firenze.
Traduzione del libro di scrittore bosniaco Mesa Selimovic “La fortezza”, Besa editrice