Giganti perplessità per i libri 'distillati'

Romanzi in sintesi, questa nuova proposta modifica sostanzialmente il tempo di lettura di storie che segnano l’immaginario e la cultura. Un esperimento che suscita notevoli perplessità poiché, destrutturando l’opera, modifica i ritmi delle parti essenziali del racconto e non salva intere pagine parti essenziali di alcuni capolavori. Certo, può verificarsi il caso di pagine eliminate che non snaturano il complesso delle emozioni trasmesse, ma allora la riflessione critica sarebbe rivolta all’autore dell’opera prima e all’inutilità del suo lavoro. I ‘Distillati’, forse, consentiranno di fare percepire la storia, ma impossibile è conservarne la profondità del pensiero.

Vedi il servizio di Francesco Giovanni Zingrillo su San Marino RTV

Leggi il commento di Federica Collantoni su ‘CultOra’