Et in arcadia ego

Un libro denso di suggestioni che agisce sulla cronaca e corre lungo i filoni delle ipotesi che caratterizzano i tentativi di spiegazione delle più importanti inchieste italiane degli ultimi 30 anni. Alessandro Bartomeoli ha pubblicato per i tipi di Aiep il libro “Cui prodest”, portato in scena dal regista  Alex Pascoli facendo vivere emozioni forti in relazione a fatti che ci hanno coinvolto nella realtà/finzione dei telegiornali. A Roma lo spettacolo, nonostante le critiche al testo, è stato bene accolto con un titolo tratto da uno dei maestri dell’arte barocca Giovanni Francesco Barbieri, detto il Guercino. Leggi Paper Street

Cui prodest