Il modello del nuovo Stato in Africa

Questo volume doppio di “afriche e orienti” trae spunto dal colloquio internazionale “Practices of the State in Africa: Contested Social and Political Spaces”, che si è tenuto a Napoli, presso il Rettorato dell’Università degli Studi di Napoli “l’Orientale”,  sul tema “Stato, pluralità e cambiamento in Africa”. L’intenzione del colloquio era quella di interrogarsi, con studiosi internazionali provenienti da diverse aree geografiche e disciplinari, su come gli attori, gli spazi e le pratiche riconfigurino lo Stato post-coloniale in Africa, analizzando il potere, che governa la conflittualità politica delle realtà locali, nella sua dimensione relazionale. La ristrutturazione dello Stato africano costituisce infatti un paradosso dei processi della governance neoliberale, soprattutto a livello locale, dove si riconfigura attraverso pratiche quotidiane che rafforzano ed espandono la sua presenza e influenza, ma ne evidenziano anche la sua porosità e debole sovranità.

Indice:

  • DOSSIER LE PRATICHE DELLO STATO IN AFRICA: SPAZI SOCIALI E POLITICI CONTESTATI a cura di Antonio Pezzano
  • Introduzione. Le pratiche dello Stato in Africa: spazi sociali e politici contestati Antonio Pezzano
  • La cultura burocratica di uno Stato africano Jean-Pierre Olivier de Sardan
  • L’utilizzo dello Stato: discorsi e pratiche sull’erogazione di servizi in Sud Sudan Sara de Simone
  • Corruzione, ideologia e neutralità: cosa può dirci la corruzione sulla forma dello Stato. Il caso del Sudafrica Ivor Chipkin
  • Conflitti fondatori e frontiere nazionali in Marocco. Per un approccio discreto alla statualità Irene Bono
  • “Diritto di fatto alla città”. Soggettività dei cittadini sfollati o ricollocati e riordino neoliberale dello spazio a Città del Capo e Lomé Marianne Morange, Amandine Spire
  • La governance asimmetrica del commercio informale nel centro di Johannesburg Antonio Pezzano
  • L’ideologia neoliberista e lo “sviluppo” delle città africane: il caso del mercato di Kisekka (Kampala, Uganda) Anna Baral, Luca Jourdan
  • Situare la “città futura” africana. Spazialità del potere e dislocazione della politica nei margini urbani in una prospettiva gramsciana (Nouakchott, Mauritania) Riccardo Ciavolella, Armelle Choplin
  • La discarica di Dakar e i recuperatori di rifiuti. Marginalità urbana, produzione di valore ed etica del lavoro Raffaele Urselli